Novembre: primi raffreddori!

Abbiamo avuto fino ad adesso un autunno molto caldo, senza eguali, ci siamo abituati a temperature decisamente estive e, tutto a un tratto, arriva il primo freddo, allora tendiamo a stare all’interno dei locali, tenendo chiuse le finestre, non favorendo così ricircolo d’aria.

Otteniamo così la condizione perfetta per il raffreddore, che si trasmette entrando a contatto con qualcuno che ha già contratto il virus, attraverso le famose goccioline che si diffondono nell’aria o toccando superfici infette. Ce ne accorgiamo perché cominciamo a manifestare naso chiuso (che cola), mal di gola, tosse, stanchezza o attacchi di starnuti improvvisi.

Il raffreddore offre terreno fertile per l’insorgere della sinusite, cioè quando si infiammano le cavità delle ossa del cranio e del volto che si trovano intorno al naso e agli occhi (seni paranasali) e tendono ad ingrossarsi ostruendo il normale drenaggio del muco.

Con sintomi simili ma diversa natura del raffreddore possiamo trovare la rinite, che avviene quando il sistema immunitario entra in contatto con una sostanza allergica (polline, peli animali, ecc…) provocando una reazione eccessiva che causa starnuti, naso chiuso, prurito a occhi, pelle o bocca.

Quindi come tenere a bada queste condizioni?


IL CONSIGLIO

Ambienti arieggiati

Favorire il ricircolo di aria pura all’interno degli ambienti e disinfettarsi spesso le mani se si è entrati a contatto con superfici

Riposo

Riposare senza essere obbligati necessariamente a fare qualcosa aiuterà a combattere l’influenza.

Bere

Prevenire la disidratazione e cercare di bere bevande calde aiuterà ad eliminare il muco

Spray nasali e puff

Avvalersi di pratici spray a base di acqua di mare e acido ialuronico di origine vegetale che aiutano a liberare le cavità ostruite.

Aerosol terapia

Per ottenere uno sblocco più rapido e intenso del muco dalle vie respiratorie, negli adulti come nei bambini, si consiglia l’uso di fiale per aerosol a base di estratti vegetali fitoterapici specifici e acqua di mare, che possano alleviare i sintomi e favorire una fluidificazione veloce del muco.